Brescia

ARTE RUPESTRE

Ricca di vallate laterali, la Val Camonica è una delle valli più estese delle Alpi centrali ed è attraversata in tutta la sua lunghezza dal fiume Oglio che sfocia, poi, nel Sebino.
Compresa per la quasi totalità entro il territorio della provincia di Brescia (solo in piccola parte sotto Bergamo), deve il suo nome agli antichi Camuni, autori del ricco patrimonio di incisioni che ne fanno oggi il maggior centro di arte rupestre in Europa. Numerosi sono i parchi in cui è possibile ammirare i primitivi graffiti, meta ogni anno di scolaresche e visitatori provenienti da tutto il mondo e che nella zona a più elevata concentrazione, nel 1979, hanno ottenuto la nomina a sito protetto dall’Unesco.


ValCamonica

SPORT E RELAX

La Val Camonica è nota anche come paradiso per gli amanti dello sport. Da non perdere, durante la stagione invernale, sono gli estesi impianti sciistici attivi nei centri di Ponte di Legno, Borno, Montecampione, Aprica e Val Palot, mentre, in estate, le mete di maggior fascino storico, oltre che naturalistico, sono i sentieri CAI dell’Adamello e le trincee della Guerra Bianca in Adamello a Vezza d’Oglio e lungo le creste delle montagne che tracciano il confine tra la Lombardia e il Trentino Alto-Adige. Chi fosse, invece, alla ricerca di relax, può trovare ristoro nei centri benessere di Terme di Boario e di Angolo Terme o passeggiare tra i reperti archeologici romani che sorgono nei pressi di Cividate Camuno o, ancora, visitare i santuari romanici e gli affreschi delle chiese rinascimentali.


Duomo vecchio

FLORA E FAUNA

Meritevoli di una visita, per la ricchezza della flora e della fauna che li caratterizzano, sono anche i parchi di interesse naturalistico nazionale o regionale che si estendono entro i suoi confini. Tra questi, in particolare, il Parco nazionale dello Stelvio e il Parco regionale dell’Adamello. Parchi locali di interesse sovracomunale sono, invece, il Parco dell’Alto Sebino e il Parco del lago Moro.